Il piccolo scrivano musicista

Il piccolo scrivano musicista

Fin da piccolo ho sempre voluto fare lo scrittore. E anche il musicista.

La cosa lasciava parecchio perplessi i grandi. Tutte le volte che qualcuno mi faceva la fatidica domanda “E cosa vuoi fare da grande?” io rispondevo senza dubbi: “Lo scrittore musicista”.

Allora mi guardavano per un po’, con un sorrisetto comprensivo, e poi… “Ah, bello. Ma… ehm… e invece, che lavoro vuoi fare?”

Dev’essere per questo che sono cresciuto pensando che il lavoro, quello “da persone serie”, fosse una cosa infernale, visto l’effetto tremendo che aveva avuto su quelle persone. Loro avevano rinunciato ai propri sogni.

Un sacco di adulti pensano che per crescere tu debba lasciar perdere i tuoi sogni. Dev’essere per questo che poi cercano di smontare i tuoi.

Spero che non siate caduti in questo tranello.

Io cercavo di scansare queste trappole e insistevo, seguendo il mio istinto. In fondo, quando avevo 8 o 9 anni, iniziavo un romanzo alla settimana, più o meno. Cioè, li iniziavo e basta, perché in genere dopo tre pagine mi incartavo, con il blocco del piccolo scrivano, e passavo ore a guardare il foglio bianco.

Comunque, verso i 25 anni riuscii a finire il primo libro. Un romanzo. Tutto eccitato spesi un patrimonio in fotocopie e francobolli e lo mandai a tutti gli editori del pianeta in attesa della telefonata per il Nobel. Naturalmente non lo volle nessuno.

Un giorno, tramite lunghe peripezie, riuscii addirittura a parlare al telefono con il mega direttore letterario della mega casa editrice. Diede un’occhiata al testo e poi mi spiegò semplicemente di lasciare perdere. Un classico. Mi parlava con un tono come se avesse appena pestato una cacca.

Io però ho continuato. Così oggi abbiamo dovuto creare questo sito per poter raggruppare tutti i miei libri pubblicati. Per non perdere il conto.

A volte bisogna fare l’esatto contrario di quello che ti dicono. E stare alla larga da quelli che cercano di sminuire i tuoi sogni.

Giuseppe Cloza ha mille pensieri che gli frullano in testa e cerca in tutti i modi di non venirne travolto.
Nel poco tempo libero che i pensieri gli lasciano, scrive libri come questi che trovate qui, per cercare di dare una mano a chi è afflitto dallo stesso problema. Per semplificare e alleggerire.

Nel frattempo, si dedica anche alla sua professione di consulente finanziario per gestire risparmi e investimenti. Altro tema che genera un sacco di pensieri. Motivo per cui scrive anche Bassa Finanza, l’altro suo sito, sempre dedicato a migliorare la qualità della vita…

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti per ricevere tutti i nostri ultimi aggiornamenti e notizie sull'uscita dei libri.